L’estate meteorologica inizia il primo giugno 2018

Sarà il solstizio d’estate a dare il via alla stagione astronomica, ma l’estate meteorolgica avrà inizio tra pochi giorni. L’estate meteorologica, infatti, inizia il primo giorno di giugno 2018 (proprio questo venerdì, dunque).
In meteorologia l’anno viene diviso seguendo l’andamento climatico e quindi all’inverno meteorologico corrispondono i mesi più freddi dell’anno (dicembre, gennaio e febbraio) mentre l’estate viene identificata con i mesi più caldi (giugno, luglio e agosto). I mesi che separano questi due periodi vengono identificati nella primavera (marzo, aprile e maggio) e nell’autunno (settembre, ottobre e novembre).
L'estate meteorologica inizia il primo giugno 2018 | NEWS METEO.IT

Le stagioni astronomiche non dipendono dall’andamento climatico, ma dalla posizione della Terra rispetto al Sole e dall’inclinazione dell’asse del nostro Pianeta. A determinare la maggiore o minore esposizione alla luce di un emisfero rispetto all’altro e quindi anche le date di inizio e fine delle stagioni, è l’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica, ossia al piano che la Terra individua orbitando intorno al Sole.
Siccome l’inclinazione dell’asse terrestre non è costante ma varia ciclicamente tra circa 22,5° e 24,5° con un periodo di 41 000 anni (attualmente è di 23°27′ ed è in diminuzione), le date di inizio delle stagioni variano di anno in anno. E così, ad esempio, la primavera può avere inizio il 19, 20 o 21 marzo e l’estate il 19, 20 o 21 giugno.

L'estate meteorologica inizia il primo giugno 2018 | NEWS METEO.IT

Da un punto di vista astronomico, l’estate 2018 inizierà il 21 giugno

Il solstizio d’estate 2018 avrà luogo il 21 giugno, che sarà il giorno più lungo dell’anno.
Il giorno del solstizio d’estate, infatti, è quello in cui, nel nostro emisfero, il giorno – inteso come ore di luce – è più lungo e la notte – intesa come ore di buio – la più corta di tutto l’anno.
In coincidenza con il solstizio d’estate al Polo Nord sarà sempre giorno, e anche in molte città del Nord le ore di buio saranno pochissime. È un fenomeno che si verifica, per esempio, a San Pietroburgo, in Russia, nel periodo delle cosiddette “notti bianche” in cui il cielo non diventa del tutto buio e anche nelle ore che, di solito, identificano la notte la città si colora della luce crepuscolare. In corrispondenza con il solstizio d’estate il Polo Sud, invece, entra nel buio e vive quelle che vengono chiamate Notti Polari (24 ore al giorno di buio).
Il solstizio d’estate 2018 avrà luogo esattamente alle 10:07 del 21 giugno, quando il Sole raggiungerà l’altezza massima.

Comments

comments

Un commento:

  1. che il caldo arrivi che si va al mareeeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.